mercoledì 25 aprile 2007


 


Un bel paesaggio, l'aria tersa che ti accarezza il viso, boschi profumati intorno a te,
il suono di un ruscello, gli accordi del vento tra i fili d'erba... respirare.
Respira la musica della terra.
Il suono di un ruscello è fatto di armoniose e cadenzate sequenze di suoni
che si rincorrono e sovrappongono tra loro, creando vibrazioni che toccano il cuore...
il tuo essere.

Quando ti immergi nelle verdi e potenti sinfonie di un bosco, ti senti sereno e carico di energia, e il sole, filtrando tra i rami, disegna fantasie di luce che scaldano
e arricchiscono la partitura di nuovi colori.
Tutto questo è musica della terra, è energia... è vita.

Sì, la musica della terra è frequenza, è vibrazione in movimento, è azione... ascoltala.
Ascoltala e la sentirai densa. Ti toccherà, ti emozionerà, ti trasporterà in mondi di sogno o in incubi senza fine, ti avvolgerà, ti scuoterà o ti accarezzerà.
La musica della terra è solida e compatta, è una spinta di forza inspiegabile...
e io la sento.

In me può evocare o riprodurre immagini proprio perché è energia e io mi sintonizzo su quella energia, su quella frequenza.
Ecco che allora appaiono nel mio animo, nella mia mente e nel mio cuore quelle immagini o quelle frasi che poi butto giù di fretta, perché quella musica me le ricorda,
le fa nascere in me, le riproduce ai miei sensi e come per magia, mi sento immerso nel più meraviglioso dei mondi, nella più profonda delle galassie o seduto in cima a un piccolo fiore profumato di blu.

Immergersi nella musica della terra è immergersi nella natura, in una favola,
in una speranza, in una certezza, in un ideale o anche nell'esatto opposto.
La musica della terra mi sussurra vertiginose poesie e cristalline verità,
è la più sublime e profumata delle frequenze, la più ricercata e preziosa,
di cui tutti siamo ghiotti e mai sazi.
La musica della terra è quindi Amore, immagini e poesia per un sogno senza fine...
e io la sento.



Nessun commento:

Posta un commento