giovedì 25 settembre 2008

 



 


Per il cammino delle tue mani io potrei arrivare fino alla luna e salire su una stella,
e volare sopra i mari, e regalarti un mondo come tu hai regalato a me.
Con le tue mani mi fai arrivare così in alto,
mostrandomi il tuo cielo terso che si muove nelle tue dita.
Perché le tue mani trasmettono dolcezza e tenerezza,
sono la lingua della vita e della morte,
sanno tessere armonie come la poesia
e sono esperte di parole e di carezze.
Il cammino delle tue mani è magico,
viaggiano molto profondamente
fino ai luoghi dove nascono i sentimenti,
dove si sognano i sogni più profondi
e il piacere fa il suo nido nell’oro.
Il cammino delle tue mani è l’abisso dove voglio cadere una e mille volte,
senza pensare, senza paure, fra stanze di amore e fantasie,
dove sento quello che non vedono i miei occhi
abbagliati dalla luce dei tuoi occhi,
dove non esiste il mondo né la parola,
solo il nostro amore, la nostra pelle, le nostre carezze.





Nessun commento:

Posta un commento