venerdì 17 ottobre 2008


Ore 06,30

Storiellina del mattino.

Un lupo sta camminando e cammina, cammina, sulla sua strada vede un lungo palo.
Si avvicina, prende il palo, lo mette sotto l’ascella (hanno le ascelle i lupi?), va bè, sotto la zampa, e comincia a camminare.
Dopo una decina di metri il palo gli cade.
Lo raccoglie, lo rimette sotto la zampa e si incammina di nuovo.
Dopo pochi metri il palo gli cade ancora.
Lo raccoglie, lo rimette sotto la zampa e riparte, ma fatti pochi passi il palo gli cade un’altra volta.
Il lupo stufo lo lascia lì e se ne va.
Cammina, cammina, vede davanti a sé un tizio in piedi in mezzo alla strada.
Si avvicina, prende il tizio, lo mette sotto la zampa (o ascella), comincia a camminare e il tizio non gli cade mai e arriva felice e contento fino alla sua tana.

Morale: il lupo perde il palo ma non il tizio.

Buonanotte (a me)


 



Nessun commento:

Posta un commento