lunedì 20 ottobre 2008

 


Ore 13,00

Continuo della storiella del post precedente:


Il bruco Marco Polo (distrattamente prima ho dimenticato di scrivere il nome), dopo la delusione amorosa con la farfalla barese, gira sconsolato per i campi.
Cammina, cammina, inciampa, cade e rotola per parecchi metri giù da una scarpata e sviene.
Quando riprende i sensi si accorge di essere precipitato in un campo di menta, e il profumo che emana lo tira su di morale e lo fa stare meglio.

Morale: Polo, il bruco con la menta intorno.


Buona giornata.





Nessun commento:

Posta un commento